Menu' a sinistra

Contenuto


LA SOGLIA ISEE


si calcola sulla base:

  • del numero dei componenti, del reddito e del patrimonio posseduto dal nucleo familiare: si considera facente parte del nucleo familiare dello studente anche il nucleo familiare del soggetto che ne sostiene l'onere di mantenimento (es. il nucleo familiare dei genitori dello studente, anche quando sono in un nucleo familiare distinto), tranne nel caso in cui lo studente sia considerato indipendente;

 

Per ottenere il valore dell'ISEE si parte dall'ISE (Indicatore situazione economica) = ISR + 20%ISP che va diviso per il coefficiente della scala di equivalenza,
(che tiene conto del numero di componenti il nucleo familiare e della presenza di particolari condizioni che rendono il calcolo più vantaggioso).

In presenza di genitori conviventi con lo studente che ne fa richiesta, il calcolo dell’ISEE per prestazioni per il diritto allo studio universitario coincide di norma con l’ISEE ORDINARIO; in tal caso l’Attestazione ISEE deve specificare che si applica alle prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario in favore dello studente interessato valido per la generalità delle prestazioni.


Se lo studente è coniugato, si fa riferimento al nuovo nucleo familiare, solo se possiede i requisiti di residenza (v. lett. a) e laddove la soglia per l’adeguatezza della capacità di reddito (v. lett. b) sia raggiunta, tenendo conto anche o solo dei redditi del coniuge dello studente universitario.

lett. a) residenza fuori dall’unità abitativa della famiglia di origine, da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda di iscrizione per la prima volta a ciascun corso di studi, in alloggio non di proprietà di un suo membro;
lett. b) redditi dello studente, da lavoro dipendente o assimilati fiscalmente dichiarati, da almeno 2 anni, non inferiori a 6.500 annui

In tal caso, per la valutazione della soglia di adeguatezza della capacità di reddito, possono essere considerati i redditi del coniuge dei due anni precedenti, anche se nei due anni precedenti lo studente non era ancora sposato.
Le regole dei coniugi, ai sensi della normativa vigente (legge 20 maggio 2016, n. 76), si applicano anche ad ognuna delle parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso.


    Solo per lo studente iscritto a corsi di dottorato di ricerca, il nucleo familiare è formato     esclusivamente dal richiedente i benefici, dal coniuge, dai figli minori di anni 18 e dai figli     maggiorenni, secondo le regole di cui ai commi da 2 a 5 dell’art. 3 del DPCM 5 dicembre 2013,     n. 159. In tal caso l’ISEE è calcolato sul cosiddetto nucleo familiare ristretto ed è riportato in     apposita sezione dell’Attestazione ISEE.
    E’ comunque fatta salva la possibilità per il richiedente i benefici iscritto a corsi di dottorato, di     costituire il nucleo familiare secondo le regole ordinarie di cui all’art. 3 del DPCM 5 dicembre     2013, n. 159. In tal caso si fa riferimento all’ISEE ORDINARIO dell’Attestazione.

 

La borsa di studio e i compensi per le collaborazioni studentesche retribuite:

La borsa di studio e i compensi percepiti per le collaborazioni studentesche retribuite nell’anno 2016 devono essere dichiarati ai fini ISEE tra i redditi esenti da imposta[1] (quadro FC4 del modello FC1 della DSU).

ER.GO provvederà poi a sottrarre dal valore dell’ISEE l’importo della borsa di studio e/o dei compensi percepiti per le collaborazioni studentesche retribuite nell’anno 2016 e dichiarati tra i redditi esenti da imposta, rapportandoli al corrispondente parametro della scala di equivalenza.


[1] Nel caso della borsa di studio di ER.GO, occorre fare riferimento al CUD 2017 scaricabile dal DOSSIER STUDENTE. Per le borse di studio non erogate da ER.GO e per i compensi percepiti per le collaborazioni studentesche retribuite occorre richiedere apposita certificazione all’ente per il diritto allo studio e/o all’Università di riferimento.

 

 SI CONSIGLIA DI LEGGERE LA  GUIDA ALL'ISEE 2018/2019 PRESENTE NEL SITO

Colonna destra